Torna al portale di apprendimento

Bitcoin e le altre criptovalute sono davvero usate dai criminali?

Ricorre spesso il pregiudizio comune secondo il quale il sistema Ethereum sarebbe prevalentemente utilizzato dai criminali, ma nulla potrebbe discostarsi di più dalla realtà. Tale convinzione deriva principalmente dal fatto che molte persone pensano che si tratti di un sistema anonimo, mentre in realtà è l’opposto: tutte le transazioni in Ethereum sono visibili agli occhi del mondo intero. Le persone potrebbero non essere in grado di compiere un collegamento immediato tra l'identità di qualcuno e gli Ethereum da questo inviati (è anche per questo che viene talvolta definito “pseudo anonimo”), ma una volta che ci riescono, possono tenere traccia di tutto ciò che è stato fatto sulla rete Ethereum. Ciò lo rende un pessimo strumento se utilizzato per scopi illeciti.

Sebbene gli Ethereum potrebbero effettivamente rivelarsi uno dei metodi più sicuri e meno "negativi" per usare il denaro, ciò non significa che i criminali non lo usino. Lo utilizzano, proprio come avviene per il denaro normale. Ma ci sono due cose importanti da tener presente. In primo luogo, con l'aumento della disponibilità di dati nel settore è sempre più evidente che i casi di utilizzo negativo/criminale sono estremamente limitati: se l'intero ecosistema Ethereum fosse rappresentato da una grande montagna, gli usi criminali comparirebbero solo come un paio di rocce. Secondariamente, il rischio che il denaro possa essere usato per fini illeciti non potrà mai essere eliminato in nessun sistema finanziario, ma solamente mitigato, e la rete Ethereum possiede alcuni dei migliori strumenti al mondo per riuscirci.

Vale la pena approfondire il parallelismo tra Ethereum e internet, specialmente nell’ambito di tutto ciò che di “negativo” la gente associa ad Ethereum. Internet è totalmente positivo? Certamente no. Terroristi, riciclatori di denaro e trafficanti di droga usano quotidianamente Facebook, Twitter e Whatsapp per comunicare tra di loro e coordinare la loro attività. Alcuni potrebbero sentirsi a disagio circa il fatto che almeno il 5-30%!d(MISSING)el traffico visibile online riguarda la pornografia. E qui non stiamo nemmeno prendendo in considerazione il deep web e il dark web, dove si verifica ogni genere di attività illecita e criminale che in questo contesto preferiamo non menzionare.

Ma nonostante tutti questi problemi qualcuno cerca di vietare Internet? No. E non tanto perché sia difficile riuscirci, quanto perché gli effetti positivi per la società superano di gran lunga quelli negativi. Per questi stessi motivi dovremmo prestare tutti molta attenzione a come percepiamo Ethereum, visto che la maggior parte dei dati suggerisce che esso abbia lo stesso chiaro effetto positivo, se non addirittura superiore, di quello di internet. Sia internet che Ethereum costituiscono strumenti che possono essere impiegati da "cattive persone" oppure da "brave persone" e, fortunatamente, la maggior parte del mondo rientra nella seconda categoria.

Non è mai troppo tardi per iniziare

Acquista, conserva e scopri di più su Bitcoin e Ethereum.

Desktop Icon Apple App Store Logo Google Play Store Logo