Torna al portale di apprendimento

Com'è nato Bitcoin Cash?

Bitcoin Cash nasce dal desiderio di voler rendere Bitcoin un miglior mezzo di scambio anzichè un investimento. A seguito della mancata formazione di un consenso condiviso da tutti nella comunità riguardo il modo di scalare Bitcoin, la blockchain si è divisa dando vita a Bitcoin Cash.

Nel 2017 l'interesse per le criptovalute era aumentato, così il network si congestionò a causa dell'aumentata adozione. Per congestione s'intende il fatto che la lista di transazioni in attesa di essere processate era diventata lunghissima e le commissioni per inviare Bitcoin erano aumentate di molto. Questo fece pensare che Bitcoin non era adatto per le transazioni di tutti i giorni.

Così emerse il dibattito su come scalare il numero di transazioni eseguibili sulla rete Bitcoin

Il dibattito sulla scalabilità

Parte della comunità voleva mantenere dei blocchi grandi 1MB e vedavano in SegWit (Segregated Witness) una possibile soluzione di lungo termine. L'altra parte della comunità, composta principalmente da minatori e sostenitori di Bitcoin come Roger Ver, volevano portare le dimensioni dei blocchi a 8MB così da poter includere più transazioni in ogni blocco e smaltirne la fila.

I due gruppi non riuscirono ad accordarsi e così alla fine si verificò un hard fork.

L'hard fork

Il 01/08/2017 ,a seguito dell'hard fork, nacque

Bitcoin Cash

, una nuova criptovaluta, separata da Bitcoin.

Da quel momento la comunità dietro Bitcoin Cash (BCH), oltre che concentrarsi sullo scalare usando blocchi più grandi rispetto a Bitcoin (BTC), ha posto l'attenzione sulle transazioni di tutti i giorni, cercando di renderle meno costose e più veloci. L'idea è di farlo funzionare come il cash che usiamo nella vita di tutti i giorni

Non è mai troppo tardi per iniziare

Acquista, conserva e scopri di più su Bitcoin e Ethereum.

Desktop Icon Apple App Store Logo Google Play Store Logo